Decorazione di Halloween DIY


“Dolce” riciclo di vecchi barattoli e bicchieri

Tutti conoscono ormai la celebre festa di Halloween, le sue tradizioni e soprattutto i simboli che la rendono riconoscibile anche ai più piccoli. Ciò che spesso rimane ignota, però, è l’origine di questo evento. 

Così,proprio grazie al progetto che oggi vi proponiamo, abbiamo approfittato per imparare qualcosa di più sulla notte più “terrificante” dell’anno.



Siamo partiti dal nome, Halloween, abbreviazione di AllHallows’Eveche tradotto letteralmente significa la notte di tutti gli spiriti sacri e sta ad indicare la vigilia di Ognissanti, festeggiata in tutto il mondo il 1° novembre.

Si tratta di due festività che oggi risultano distinte tra loro, ma che nella tradizione celtica venivano celebrate lo stesso giorno, il cosiddetto Samhain

Con questo nome i Celti indicavano la fine dell’estate e l’inizio del nuovo anno, quel momento, cioè, in cui la natura inizia il suo riposo e si prepara alla rinascita e i pastori riportano il gregge a valle e si preparano per il grande inverno. Secondo la tradizione, i momenti di transizione (quindi anche il Samhain) si caricano di poteri magici; i Celti erano convinti, infatti, che durante questa notte si aprisse una sorta di varco tra il mondo dei vivi e quello dei morti, e che quindi gli spiriti potessero vagare nuovamente sulla terra. 

Proprio per spaventare quest’ultimi, i vivi si mascheravano con le pelli degli animali uccisi durante il sacrificio (offerto per allontanare le anime dei morti) e si aggiravano per il villaggio con in mano una rapa intagliata.

Sì, una rapa, che successivamente nella tradizione della festa si è trasformata in zucca per la scarsa reperibilità della prima. La storia della zucca intagliata può essere rintracciata nella leggenda di Jack O’Lantern (un click qui per saperne di più).



Nella tradizione celtica compaiono anche le Fate, che nella notte del Samhainerano solite fare degli scherzi agli umani: intrappolarli, cioè, nelle loro “colline”, dove sarebbero stati costretti a vivere per sempre. I Celti quindilasciavano sulle soglie delle proprie case delcibo o del latte per le Fate, in modo tale da guadagnare la loro benevolenza.

Notate anche voi una certa somiglianza con il nostro dolcetto o scherzetto? Ebbene, è proprio da qui che trick or treat affonda le sue origini. Come le Fate, i bambini vengono rimpinzati di dolcetti e caramelle per evitare che possano giocare ai padroni di casa qualche scherzetto!




Ed è proprio collegandoci a questa usanza che abbiamo realizzato il progetto di oggi: si tratta del riciclo di vecchi barattoli e bicchieri lasciati per tanto tempo inutilizzati nelle soffitte e ora riproposti come porta-caramelle. Facilissimi da realizzare, personalizzabili e soprattutto utili in vista dell’imminente dolcetto o scherzetto!

Potete scegliere i barattoli e i bicchieri che preferite! Le nostre scelte sono ricadute su due barattoli da conserve e due bicchieri a calice.
I barattoli ovviamente sono già forniti di coperchio, mentre ai bicchieri ne abbiamo adattati due provenienti da altri contenitori.




Opportunamente puliti con dell’alcol, in modo tale da far aderire al meglio la vernice, siamo passati alla colorazione. Due bombolette spray (una bianca e una nera) adatte alla verniciatura del vetro, guanti e mascherine e il gioco è fatto! Vi consigliamo, per quanto riguarda i barattoli, di verniciarli chiusi per evitare che l’operazione di apertura-chiusura comporti la progressiva perdita di vernice.




Poi siamo passati alla colorazione (sempre con la vernice spray) degli animaletti mostruosi, ragni e pupazzetti, provenienti quest’ultimi direttamente dalla storica scatola delle sorprese degli ovetti Kinder!



Ovviamente abbiamo cercato di renderli spaventosi:il povero puffo ha perso letteralmente la testa, mentre l’orsacchiotta è stata posseduta da uno spirito!





Davvero, potete giocare di fantasia e creare delle storie attorno ai vostri personaggi. Li abbiamo pertanto incollati sui contenitori con la colla a caldo e atteso che si asciugassero. Alla fine abbiamo aggiunto anche dei piccoli vermi fosforescenti, per rendere il tutto ancora più macabro!



Ora non resta che riempirli di caramelle e attendere che le nostre “fatine” vengano a farci visita!





Allora che dite, vi piace come idea di riciclo per Halloween?

Garret's Memories

Commenti

Post più popolari