Bim Bum Beta

“Coltivo sogni, trasformo idee in gioiose realtà con il filo della creatività”
Elisabetta @bimbumBeta

Rimaniamo sempre affascinati nel vedere  che dal nulla o da un oggetto o materiale apparentemente inutile prende vita qualcosa di unico e speciale, se sei un bambino tutto questo farà parte dei tuoi ricordi che in qualche modo condizioneranno il tuo modo di essere.

Elisabetta è una di quelle bimbe che rimaneva incantata nel vedere sua nonna cucire e ancor di più estasiata quando le sue zie dalla semplice carta crespa ne tiravano fuori bellissimi costumi per carnevale.

Come accade in tutte le favole, ad ostacolare la voglia di creare è dover fare i conti con la realtà seguendo strade che dovrebbero in qualche modo farci sentire sicuri ed appagati ma in realtà ci fanno creare un mondo tutto nostro dove dare sfogo a ciò che siamo realmente.


“Ho sempre alimentato la mia creatività con tutto ciò che avevo sotto mano al momento, fossero materiali da recuperare, un paio di jeans da dipingere o un biglietto di auguri speciale, una scatola da decupare o un bracciale da inventare. Mi sono approcciata alla maglia e all’uncinetto e, con gli anni ho ampliato le mie conoscenze”.



  
“Poi, dopo la nascita del mio secondogenito, mi sono lasciata prendere dal cucito, quello che osservavo estasiata da bimba. E’ entrato prepotentemente fra le mie mani di autodidatta, e da allora ho cucito di tutto un po’: stoffa, feltro, carta… ”.



“L’ispirazione arriva quando meno te l’aspetti, tutto può far nascere un’idea: il giardino di casa, un’immagine in una rivista, un libro in lettura.”



 “Quando penso a cosa vorrei fare da grande, mi vedo sempre alla macchina da cucire, lì che continuo a fare, sperimentare, provare. Ho ancora tante tecniche da imparare, magari, in mezzo a tutto questo sarebbe bello trovare la mia strada nel vasto mondo della creatività. 




Commenti

Post più popolari