360 gradi

“Un sognatore è colui che può trovare la sua strada al chiaro di luna e vedere l'alba prima del resto del mondo.” 
Oscar Wilde

Se sei del sud sin da piccola ti avranno insegnato,fatto annusare  e respirare  il fare, avrai ricevuto in regalo il tuo primo telaio da ricamo, ti avranno detto di non buttare mai nulla perché tutto ha un suo riuso nel mondo. 

Avrai visto i tuoi genitori, dopo una giornata di lavoro, mettersi in quel’angolo di casa ed aggiustare, cucire, dipingere, rendere unico qualcosa che non avrebbe avuto futuro.

Se vivi poi in una città, colorata , “potente” come Napoli, non puoi essere trascinata dalla sua forza ispiratrice.

In questo contesto che Ilaria Ciancio, ha dato vita ad anime sognanti, fatte di leggerezza, sospese tra le parole che le animano.




Chi è Ilaria

"Mi chiamo Ilaria ed è tutta la vita che mi occupo di artigianato. Sono nata in un una di quelle famiglie  in cui non si butta niente ma tutto ha una seconda possibilità".

Studia psicologia, contemporaneamente continua a lavorare realizzando accessori e abbigliamento con scarti di produzione. 

Lascia gli studi perché intravede nell'artigianato la sua strada e decide di aprire una "bottega"e nel 2003 nasce 360°



"All'inizio mi occupavo di recupero e riciclo, utilizzando qualunque tipo di materiale, continuando a studiare privatamente qualunque forma di artigianato mi interessasse: ceramica,scultura di tufo,sartoria...avrei voluto fare il fabbro ma nessuna officina mi voleva!"


Certo trovare il proprio io quando le mani fremono può essere difficile, quello che ti rimane da fare e riprendere fiato e se stessi, per questo Ilaria chiude la sua bottega e apre un laboratorio a Spaccanapoli, lasciandosi trascinare dalla potenza che un posto così può darti.


"Qui ho avuto modo di fare qualche esperienza come scenografa per il teatro e qualche videoclip  ( il mio sogno nel cassetto)e, tra le varie, probabilmente la più influente per il mio attuale progetto è stata la collaborazione per video in stop-motion. Creando miniature è nata l'idea per la creazione del popolo "hios", personaggi sognanti e folli su cui sono centrata da non pochi anni".


Il Progetto

"In ognuno di noi c'è un "hios", è la parte di noi che ci sorride allo specchio la mattina, che sogna credendo nell'impossibile, meravigliandosi continuamente. È la nostra parte incosciente che trova il coraggio e l'entusiasmo di provare, di innamorarsi, ancora e ancora.
Ogni personaggio è ispirato e dedicato ad una persona reale. L'ispirazione è ovunque, è in me, nei miei desideri, è nel pescatore solitario, nelle menti bizzarre che ho la fortuna di incontrare, nei musicisti, nei poeti ma anche nell'impiegato indaffarato che trova il tempo di essere gentile e sorridere. Provare a individuare il sogno in ognuno è un bell'esercizio.
Ogni "hios" è un pezzo unico che mi permette di unire più tecniche. Per la realizzazione, infatti, utilizzo più materiali: fili metallici, cartapesta, legno e paste modellabili. Dal punto di vista tecnico ed emotivo è una lavorazione assolutamente appagante."



Il Futuro

"Per il futuro spero di riuscire a far crescere il mio progetto e trovare maggiori canali per divulgarlo. A questo scopo, vivere in un tempo così “social” mi è di grande aiuto. Sebbene sia la parte del lavoro che preferisco di meno. Oggi, infatti, essere artigiano vuol dire saper essere fotografo, grafico, manager, esperto di marketing e mille altre cose che richiedono competenze diverse. A me, invece, piacerebbe potermi concentrare esclusivamente sulla fase creativa, per la semplice ragione che credo molto e anzitutto nella qualità della creazione anziché nella sola presentazione. Ma questa, purtroppo, è l’altra faccia della comunicazione in cui talvolta la qualità va a discapito dell’immagine.
Per me la materia è tutto e, guardo caso, ho preso carta e penna per rispondere alle tue domande."


"Vendere handmade oggi è riuscire a far emergere un messaggio in un groviglio di parole e immagini che scorrono velocissime.
Un messaggio di lentezza e cura fuori dal tempo.
Comprare handmade oggi è cogliere quel messaggio, amarlo e fare in modo che non si disperda."


Essere sognatori oggi è un mestiere arduo e coraggioso, avere la capacità di toccare il cuore partendo da un pezzo di carta è pura poesia.


Commenti

Post più popolari