SUA ALTEZZA : IO

CREDIT PH. @annaremarchuk


C’è una cosa che mi ha sempre bloccato, che non mi ha consentito di portare avanti sogni e progetti, si chiama PAURA.

Quel tarlo che si insinua nella mente e nel cuore e non ti da la possibilità di concretizzare nulla, VARIE sintomatologie ma la più comune è:

  • Non sono all'altezza
Questa affermazione ne comprende altre, modello matrioska - lo fanno tutti, cosa ho da dire, perché farlo, ormai ho un certa età, da dove inizio, cosa dirà la gente-

Con vari ed eventuali effetti collaterali, certo è che alla base di tutto c’è solo una cosa il fallimento, il sentirsi dire “te lo avevo detto”.

La realtà è un’altra, lasciare che la paura prenda il sopravvento non vi proteggerà da nessun fallimento, cadrete comunque con un fattore in più l’insoddisfazione di non aver fatto quello che desiderate.

Ve lo dico per esperienza personale, ho avuto mille progetti  ma la mia paura di fallire, di non avere nulla da raccontarvi, di non sentirmi all'altezza mi ha sempre bloccato.

Poi, una mattina mi sono svegliata avevo da poco finito di leggere “L’eleganzadel riccio” , ed io non volevo essere un’altra Renée, che per tutta la vita si è nascosta per paura di ciò che avesse potuto dire il resto del mondo, io non volevo essere come Lei .

Volevo vivere le mie passioni e nel momento in cui mi stavo svegliando il destino, fato o semplicemente l’incuria di altri per un manto stradale divelto mi ha costretto a letto bloccata.

In quel momento ho compreso che, anche se è un banale incidente, la vita è veramente piccola e breve e deve essere vissuta,in tutte le sue sfaccettature.

Certamente  oggi è una sfida ardua, il lavoro che non c’è e quando c’è è mal pagato e schiavizzato, una società che ci vuole perfetti quando l’umanità non è perfetta ed è proprio questo il bello dalla nostra specie.

A quel punto tutto ha preso la sua forma e da quel giorno, non meno di un mese fa ho capito che dovevo cambiare le cose, lo dovevo a me stessa.

E a tutti quelli che mi erano accanto e che sorbivano le mie insoddisfazioni.

Cosa ho fatto? Mi dico tutti i giorni questo:


  • Io ho qualcosa da dire e da dare al mondo, pazienza se c’è già gente che fa quello che faccio anch’io, certamente non è ME
  • Devo fare ciò che amo altrimenti vivrò con troppi se e ma, finché non sarà troppo tardi per rimediare
  • Se fallisco vuol dire che ho tentato e nella peggiore delle ipotesi imparerò da quelli errori
  • Non posso farmi bloccare da una sensazione e non riuscire a dimostrare a me stessa che almeno ho tentato
  • Per far bene ci vuole tempo e ci vorranno tanti errori e tante cadute
  • E poi prima o poi passerà
  • E si SONO ALL'ALTEZZA

Nessuna ricetta segreta, né tanto meno alcuna pozione magica solo buon senso e tanta voglia di fare, NESSUNO ti regala nulla, questo si sa ma almeno se devo lavorare duro lo faccio per qualcosa in cui credo.

E questo vale per tutto, in qualunque campo si voglia applicare.

Consiglio leggete “L’eleganzadel riccio” e sbirciate il profilo di @annaremarchuk

Commenti

Post più popolari