Piacioni o paraculisti?




@delempicka84


Vi prego non ditemi che non seguite Tamara di  @delempicka84, se non lo fate nessun problema rimediate immediatamente, oltre a farvi delle belle risate,ai meravigliosi consigli beauty, vedi il trucco aggraziato, ti fa riflette sul mondo “dell’instagram” e non solo.

Nelle sue ultime storie ha descritto in maniera esaustiva, sia dal punto di vista antropologico che sociale , i cosidetti “piacioni” meglio conosciuti, almeno dalle mie parti, come “paraculisti”, quelli che sanno e fanno meno di te ma chissà per quale strana legge VINCONO sempre.

Per chi se lo fosse perso, vi riassumo brevemente, le  caratteristiche della suddetta specie:
  •   Atteggiamento sicuro, non hanno paura di sbagliare, in poche parole si tuffano sempre qualunque  situazione si trovino,
  • Non hanno una grande cultura, ma passano per i sapientoni della situazione,
  •   Hanno sempre successo in qualunque ambiente abbiate il piacere di incontrarli.

Di contro ci siamo noi, laureate, 12.000.000 di master, in continua formazione, sempre con quella maledetta paura di non essere all'altezza.
Incollate da anni nelle nostre posizioni lavorative, perché il paraculista di turno ci ha rubato la  promozione e nel momento in cui decidiamo di fare il salto e creare qualcosa di nostro, ci fermiamo per paura di  essere additate come "incapaci".

La differenza tra noi e loro è la capacità di sapersi "vendere" bene, è questo che ci separa dal successo, essere capaci di mostrare ciò che sappiamo fare realmente senza troppi ripensamenti.

A questo punto senza piangerci troppo sopra e rimuginare sul "se e il ma", forse sarebbe meglio e imparare da loro e acquistare atteggiamenti tali da unire la nostra professionalità e un modo di fare che forse ci potrà far raggiungere risultati migliori e direi che a questo punto non abbiamo poi molto da perdere, non pensate?

Innazitutto ringraziando Tamara per aver raccontato la mia biografia, per avermi fatto ridere appena sveglia e per avermi dato una bella scossa che in questo momento, devo dire il vero, ci voleva .

Ti ringrazio perché mi hai fatto comprendere che se hai un sogno vale la pena di essere vissuto indipendentemente se in quel momento non ti senti pronta, infondo rimanendo fermi non si va da nessuna parte.

Quindi mie care donzelle cosa aspettate , rimuginare sull'operato degli altri e aspettando la nostra  perfezione non otterremo mai nulla, lo dico prima a me stessa e poi a voi.

Ah! Dimenticavo la Tamara è una bravissima consulente marketing e comunicazione allora muovetevi .

Commenti

Post più popolari